Ciò che deve accadere, accade.

C’è chi lo chiama fato o destino e chi lo chiama Dio.

Credo non sia importante dare un nome a chi manovra i fili delle nostre vite, facendoci somigliare a buffi burattini intenti a raggiungere il nostro scopo, è molto più importante capire quale sia questo scopo.

Probabilmente la maggior parte di noi risponderebbe “la felicità”, ma si può parlare di felicità in senso assoluto? Esiste un concetto universale di felicità?

Per me la felicità è un cielo azzurro, con quelle nubi basse, gonfie e morbide come la panna.

La felicità è sdraiarsi su un prato, ammirando quelle nubi muoversi, potendosi permettere di non prestare attenzione all’orologio.

Parallelamente allo scorrere di quelle nuvole nel cielo, sento scorrere la mia vita, governata da quei fili invisibili, costantemente alla ricerca di una mano amica che sappia guidarmi alla ricerca della mia vera identità. Forse è questo il mio scopo.

A volte ho l’impressione che quella mano sia così vicina da poterla sfiorare. Le vite si intrecciano in un indefinito gomitolo di esperienze.

Molte più cose ben più sorprendenti vengono in visita imprevedibili

Percorsi incomprensibili tracciano alfine la nostra vita irriducibili… irriducibili… irriducibili

Ciò che deve accadere, accade

Annunci

6 commenti su “Ciò che deve accadere, accade.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...